Istruzioni famiglie
 

ISTRUZIONI FAMIGLIA
REGISTRO ELETTRONICO

manuale
istruzioni accesso

 

scuola-lavoro

COS’È IL “PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO”

L’attività in alternanza scuola/lavoro è un’opzione formativa per i giovani dai 15 ai 18 anni per agevolarne l’orientamento circa le future scelte professionali, attraverso la partecipazione ad esperienze, che colleghino sistematicamente la formazione in aula con quella nel mondo del lavoro.  L’attività in alternanza garantisce agli studenti la possibilità di arricchire la propria formazione, acquisendo, oltre alle conoscenze di base, crediti certificati, rilasciati dall’istituzione scolastica. I percorsi in alternanza sono progettati, attuati, verificati e valutati, sotto la responsabilità dell'istituzione scolastica o formativa, con il concorso di partners del mondo del lavoro, sulla base di delibera degli Organi Collegiali. Essi costituiscono parte integrante del curriculum e del Piano dell’Offerta Formativa
La certificazione delle competenze acquisite nel mondo del lavoro, in aggiunta alla consueta valutazione e ai titoli rilasciati dall’Istituzione scolastica, è formulata dal Consiglio di classe competente e dal Dirigente scolastico a conclusione del progetto. Essa costituisce credito formativo per le successive esperienze di studio e di lavoro. Lo scopo di queste esperienze di Alternanza Scuola Lavoro è di favorire nel ragazzo sia la conoscenza dell’ ambiente di lavoro, che ha regole diverse da quelle cui egli è abituato, sia delle indicazioni di orientamento per le sue future scelte professionali; a questo tipo di esperienza si riconosce, infatti, una forte valenza orientativa. Il progetto prevede l'attivazione di convenzioni con Enti o aziende che operano nel territorio del nostro Istituto.

Da cosa nasce e come si realizza?
L’Alternanza Scuola Lavoro è stata introdotta dalla Legge 28 marzo 2003, n. 53 al fine di consentire la sperimentazione di percorsi didattici-formativi nuovi, collocati in una  dimensione pedagogica forte che è quella dell’equivalenza formativa fra l’esperienza educativa in aula e l’esperienza educativa in ambienti di lavoro.

Quali innovazioni?
L’ASL permette l’acquisizione, lo sviluppo e l’applicazione in ambienti di lavoro di alcune competenze previste dai profili educativi culturali e professionali dei diversi corsi di studio; in questo senso può diventare anche una possibile risposta alla domanda di apprendimento personalizzato degli studenti.

Guida operativa alternanza

 


INFORMAZIONI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 2017

TERZE ITI A/D – Riunione del 16/12/2016

DOCUMENTI

Una settimana prima dell’inizio del tirocinio verranno consegnati ad ogni alunno i documenti (attestato frequenza corso sicurezza, due copie della convenzione scuola-azienda, tre copie del patto formativo, registro presenze, scheda di valutazione) e verrà chiesto ad ognuno di loro di portarli e lasciarli presso l’azienda assegnata. In questa occasione ogni ragazzo prenderà accordi su orari di lavoro, abbigliamento consigliato, dispositivi di protezione individuali.

ASSENZE

Durante il tirocinio:

-   se l’alunno non riesce a raggiungere il luogo di lavoro deve avvertire l’azienda il più presto possibile (telefonicamente) ed in giornata (via mail) il tutor scolastico;

-   le assenze devono essere giustificate con il libretto scolastico al termine del tirocinio.

COMUNICAZIONI CON LA SCUOLA

Alla fine di ogni settimana di tirocinio gli alunni devono riassumere al tutor scolastico le attività svolte; per il primo sabato è richiesta la presenza dei ragazzi a scuola ad una riunione:

-     3A   sabato 1° aprile alle ore 11:00 in aula  44;

-     3D  sabato 22 aprile alle ore 11:00 in aula disegno;

Per il secondo ed il terzo sabato la comunicazione sarà fatta via mail al tutor scolastico.

VALUTAZIONE

Il tirocinio sarà valutato con un voto nella materia tecnica che il Consiglio di Classe ritiene sia più collegata alle attività svolte; il voto verrà generato sulla base del giudizio dato dal tutor aziendale con la scheda di valutazione.

ABBINAMENTO ALUNNO-AZIENDA

Gli abbinamenti alunno-azienda saranno fatti dal Consiglio di Classe seguendo i seguenti criteri:

-       qualità del percorso formativo offerto dall’azienda;

-       distanza casa-azienda;

-       attitudini dello studente.

PERIODI TIROCINIO - classi terze

-     3A ITI da lunedì 27 marzo a venerdì 14 aprile (= 15 giorni lavorativi) (le vacanze di Pasqua iniziano giovedì 13 aprile per chi non è in alternanza)

-     3D ITI da martedì 18 aprile a venerdì 5 maggio (= 12 giorni lavorativi)

Per la 3D ci sono almeno tre giorni di festa (sono il lunedì 17 aprile , il 25 aprile ed il primo maggio) da recuperare l'anno dopo in quarta. 

 

calcola voto materia + alternanza (a.s. 2015-2016)

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Dal 2 giugno 2015 entra in vigore la COOKIE LAW. Il Garante per la Protezione dei dati Personali ha pubblicato il provvedimento n. 229 inerente la “individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”. Il sito dell'Istituto "Silvio d'Arzo" di Montecchio Emilia (RE) utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti. Per maggiori informazioni selezionare il pulsante Approfondisci leggendo l'informativa.
Navigando sul sito, si presta il consenso all'utilizzo dei cookie sul vostro dispositivo.